Vicino al cuore di Clarice Lispector

    È il 1922. Chaya Lispector ha solo due anni. Con la famiglia è costretta a emigrare dall’Ucraina – massacrata dai pogrom della Guerra Civile – fino al Brasile. È lì che nasce Clarice. Tra i buffi opossum e le sterminate foreste di pernambuco.

    Continua a leggere

  • La mia città invisibile

    Dovete sapere che quando ho lasciato Genova – la mia amata città di mare – per trasferirmi a Torino, nella mia piccola mansarda (esatto, quella in cui ogni tanto piove), di…

  • Un marito. Intervista a Michele Vaccari

    «Cosa ci fai ancora qui?» Ha lo sguardo fisso su di me, mentre rolla una sigaretta con fare sicuro, eseguendo un rituale preciso. È primavera, ma l’aria è già calda a…

  • Da grande. Intervista a Jami Attenberg #3

    Non so quale sia il vostro, ma il mio personalissimo concetto di diventare grande ha coinciso più volte con quello di prendere un treno. È proprio per questo motivo che incappare,…